Organismi internazionali

 

L’Union Internationale des Oenologues (UIOE) è la Federazione che raggruppa e rappresenta a livello mondiale le Associazioni nazionali professionali dei tecnici del settore vitivinicolo, per un totale di più di 15.000 tecnici che operano in oltre 8.000 aziende differenti. Essa è stata fondata a Milano (Italia) il 24 aprile 1965 ed ha sede a Parigi (Francia) presso l’Organisation Internazionale de la Vigne ed du Vin (OIV).

Attualmente l’Union Internationale des Œnologues riunisce sedici Associazioni nazionali e più precisamente quelle dei tecnici vitivinicoli di: Argentina, Austria, Canada, Croazia, Brasile, Cile, Francia, Germania, Grecia, Giappone, Italia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Portogallo, Uruguay. L’Assoenologi, fondata nel 1891, è l’organizzazione di categoria più numerosa e più antica dell’intera UIOE.

 

Gli scopi dell’Union Internationale des Œnologues possono così sintetizzati:
– rappresentare a livello internazionale le Unioni nazionali degli enologi;
– assicurare la difesa a tutti i livelli della categoria;
– opporsi all’uso improprio del titolo di enologo; mantenere coesione, solidarietà e contatti fra le diverse associazioni;
– partecipare ad ogni azione allo scopo di agire presso le autorità nazionali ed internazionali competenti al fine di unificare le pratiche enologiche, i metodi ufficiali di analisi fisica, chimica, miocrobiologica e sensoriale, organizzare una formazione uniforme dell’enologo nei diversi Paesi, armonizzando i contenuti degli studi, la durata dei corsi e dei diplomi rilasciati e di far sì che l’enologo possa farsi carico dell’esecuzione e del controllo di determinate pratiche enologiche.

 

Dopo due mandati alla presidenza, in base a quanto previsto dallo Statuto, Giuseppe Martelli (Italia) ha passato il testimone a Serge Dubois (Francia) che è stato eletto Presidente dall’Assemblea generale dell’UIOE convocata a Bordeaux il 3 dicembre 2008 ed entrato ufficialmente in carica il 1 gennaio 2009. Nella stessa riunione Giuseppe Martelli è stato all’unanimità nominato Presidente onorario dell’Union Internationale des Œnologues. Nel dicembre del 2011 Dubois è stato riconfermato alla Presidenza.

Vicepresidenti sono stati nominati Edmund Diesler (Germania), Hernan Amenabar (Cile), Iztok Klenar (Slovenia). L’importante ruolo di Segretario generale è stato assunto da Juan Gomez Benitez (Spagna), mentre quello di Tesoriere dall’italiano Leonardo Palumbo.

Il 3 dicembre 2014, nell’Assemblea generale tenutasi a Bordeaux (Francia), dopo una modifica dello Statuto, Dubois è stato eletto co-presidente insieme a Riccardo Cotarella (Italia). Alla vicepresidenza sono stati eletti Edmund Diesler (Germania), Josè Lez Secchi (Uruguay) e Santiago Jordi (Spagna). La Segreteria è passata a Cyril Payon (Francia) e la Tesoreria a Daniel Dufaux (Svizzera).

Durante l’Assemblea Generale del 16 novembre 2017, organizzata a Firenze in occasione del 72° Congresso nazionale di Assoenologi, all’unanimità è stato riconfermato, per il periodo 2018/2020, il Comex in carica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi